Trekking sul Monte Monaco

Siete pronti a vivere un'avventura indimenticabile? Fare Trekking sul Monte Monaco sarà un'emozione indescrivibile che merita di essere vissuta a pieno!

Prenota la tua escursione: Trekking Monte Monaco
Totale: 150,00 € 
da€ 0,00 a persona

Si tratta del Monte che custodisce attentamente il paese di San Vito lo Capo come in un grande abbraccio. Ogni anno attira tantissimi escursionisti e non solo d'estate, ma anche d'inverno in cui il clima è molto più freddo.

Il Monte Monaco occupa l’estremità settentrionale del promontorio di San Vito Lo Capo, il bellissimo paese che propone una spiaggia di 3 chilometri dalla sabbia dorata e dalle acque limpide e cristalline.

Il percorso per raggiungere la vetta inizia dalla strada comunale Mondello, che si trova proprio alle spalle del paese. Troverai un grande cartello illustrativo che aprirà le danze e in cui potrai trovare diverse informazioni utili da sapere prima di iniziare la camminata. Inoltre, durante tutto il tuo percorso, troverai un'ottima segnaletica per capire in che direzione andare per raggiungere la cima.

Lungo il tracciato è possibile osservare la tipica vegetazione mediterranea di palma nana e piccole zone boschive. La vegetazione è piuttosto rada, ma non nasconde le varietà di specie che fioriscono tutto l’anno.

Nei pressi della cima del monte San Vito lo Capo, si incontrano i resti di una cava in cui veniva estratta e lavorata una pietra calcarea compatta di epoca giurassica, dal caratteristico colore rosso-bruno: le cave di Rosso San Vito, o Contorrana. Superate le cave, si inizia a vedere una grande croce che vi indica il punto di arrivo. La cima, a 528 m di quota, permette una paradisiaca vista panoramica sui monti del territorio trapanese come il Monte Cofano, Erice, il Golfo di Castellammare, il Monte Speziale e il Monte Sparagio. La vista è di una bellezza indescrivibile con le parole, bisogna andare e vivere ogni momento.

Potrete prendere nuovamente la stessa strada per raggiungere il paese, oppure prendere il sentiero in discesa che prosegue sul versante opposto fino a raggiungere via Zorba di mare e dovrete considerare un'ora e mezza circa per raggiungere nuovamente San Vito lo Capo.

Altre informazioni

Lunghezza: 8,71 km
Durata: 4 h
Difficoltà: E (Escursionistico)
Quota massima: 508 m
Quota minima: 13 m
Dislivello salita: 513 m
Dislivello discesa: - 540 m
Pendenza massima salita: 13,3 %
Pendenza massima discesa: - 7,8 %

Note di carattere generale per le escursioni

Prima della partenza

Sul luogo dell’appuntamento si farà una breve riunione con i partecipanti per spiegare l’itinerario programmato nei suoi vari aspetti e ricordare le norme di anti contagio da Covid-19 vigenti.
Ricordiamo che tutti i partecipanti devono essere dotati di mascherina (da indossare in caso di necessità normativa) e gel disinfettante. In caso di presenze superiori a 20 persone, le comitive saranno suddivise in 2 gruppi e a ciascun gruppo saranno assegnati 2 accompagnatori che avranno il compito di guidare l’escursione e vigilare sul rispetto delle norme di adesione.

Equipaggiamento

Attrezzatura

Per partecipare all’escursione è obbligatorio avere scarponi da trekking, con suola antiscivolo a carrarmato (tipo Vibram), caviglia medio/alta, impermeabili (consigliati tipo Goretex); poi è necessario avere uno zaino da montagna, (consigliato con spallacci imbottiti, schienale con struttura eventualmente staccato dalla schiena), con scarico cintura in vita. Per le escursioni giornaliere la capacità giusta è 20-30 litri (deve essere abbastanza capiente per contenere cibo, acqua, giacca a vento, maglione di pile, cappello, guanti, luce frontale, fischietto, kit di pronto soccorso, farmaci personali e altro), in generale non deve arrivare sotto il sedere né superare la testa. Per i trekking di più giorni, invece, è necessario uno zaino più grande (40-50 litri). E’ consigliato e raccomandato l’uso dei bastoncini da trekking che aumentano la sicurezza.

Abbigliamento

In montagna bisogna vestirsi secondo stagione, ma sempre essere pronti ai cambiamenti di tempo. Quindi, oltre al vestiario che si indossa (pantaloni o bermuda leggeri comodi e resistenti – no jeans! -, calzini, maglietta a maniche corte leggera e traspirante, maglia a maniche lunghe) bisogna mettere sempre nello zaino materiale per il sole (occhiali da sole, cappello da sole con visiera, crema solare, protezione solare labbra), freddo (maglione di pile, guanti, fascia tubolare di pile), vento (giacca a vento leggera e impermeabile), pioggia (mantella, oppure giacca e copri pantaloni impermeabili, ghette). Naturalmente se si va in montagna di inverno bisogna portare vestiario caldo e pesante e non dimenticare guanti, cappello invernale, fascia o sciarpa per la gola.

Alimentazione

Non dimenticare infine di portare sempre una borraccia con acqua (almeno 1-1,5 litro, no bevande gassate! In inverno è consigliato tè caldo), una merenda energetica (frutta secca, barrette di cereali, cioccolata), cibo per il pranzo a sacco (panini con salumi, formaggio, parmigiano, frutta, ecc.) kit pic nic (non inquinante).
NOTA: evitare di bere latte la mattina, perché può dare problemi di stomaco in auto/bus.

Di seguito trovi il PDF della Dichiarazione di Manleva liberatoria di responsabilità, da scaricare e compilare.

Preparate le scarpe da trekking e andiamo a scoprire queste Monte Monaco San Vito lo Capo. MooWay vi aspetta!

Hai bisogno di aiuto?

Contatta la nostra assistenza

Contatta la nostra assistenza